Concorso Fotografico

"Sentirsi a casa"


NOTE SUL CONCORSO

Il concorso fotografico si è svolto in Febbraio e ha coinvolto indistintamente Fotografi professionisti e amatoriali. L'adesione al concorso è stata molto buona nonostante i tempi stretti (1 sola settimana) e sono emerse con gradita sorpresa proposte particolarmente originali e interessanti.

 

La Commissione che ha esaminato le Fotografie si è composta di Fotografi professionisti legati all'Agenzia GT Art Photo Agency, i quali sono stati chiamati a valutare i lavori pervenuti in maniera assolutamente anonima e, per questo, molto oggettiva.

 

Ci teniamo a evidenziare che le opere che hanno concorso alla selezione sono state valutate tenendo in buon conto il tema specifico del Contest. L'esito del Concorso si lega quindi fortemente all'obiettivo tematico proposto: alcuni lavori in particolare si sono distinti per qualità e linguaggio, senza però legarsi particolarmente (a giudizio della Commissione) al tema specifico del Concorso e della Mostra entro la quale si andavano ad inserire. In casi come questi non si è potuto valorizzare il lavoro proposto (perchè fuori tema) a prescindere dalle riconosciute qualità tecniche o dalla sua bontà espressiva.

 

L'esito di questo Concorso dunque non deve essere inteso come un giudizio di "valore" sulle fotografie, ma come una manifestazione di apprezzamento a 360 gradi che riguarda il contenuto, lo stile, la tecnica, il linguaggio e - in grande misura - l'attinenza col tema indicato.

 

Ringraziamo quindi tutti gli amici che hanno partecipato attivamente e si sono spesi nella nostra iniziativa e non vediamo l'ora di mostrarvi la rosa delle 25 OPERE FOTOGRAFICHE SELEZIONATE che verranno esposte in una sala dedicata all'interno della Mostra fotografica "Feeling Home - Sentirsi a casa".

 

OPERA VINCITRICE

"Idomeni, in viaggio verso una nuova casa", 2016

Fotografia di Renata Busettini

<< La giornata non era iniziata bene. Siamo arrivati al ponte che separa la strada per Idomeni al confine con la Macedonia e lo abbiamo trovato bloccato. Un piccolo gruppo di rifugiati con donne e bambini protesta per richiedere l'apertura della frontiera. Vorrebbero bloccare il traffico, uno si sdraia davanti ad un TIR e, mentre le bambine mi regalano fiori, arriva la polizia.

La situazione è molto tesa, potrebbe succedere qualunque cosa, ma dopo una brevissima trattativa, la situazione si tranquillizza, i rifugiati applaudono e ringraziano la polizia ed il TIR prosegue il suo percorso verso il confine. Noi possiamo andare al campo. Sono 12000 persone, ma forse di più, eppure ci sembra di conoscerli tutti. Un po' perchè ci salutano con un sorriso, i bambini si avvicinano, tanti mi baciano e poi scappano. Non so se è perchè sono bionda o perchè sono su una sedie a rotelle. O forse per tutti e due i motivi.

(...) Abbiamo incontrato quella "bella gioventù" di cui difficilmente si sente parlare. Giovani da tutta Europa che sono venuti qui ad aiutare questa gente ed a far giocare tanti bambini. (...) Ci chiedono quando apriranno la frontiera. Non sappiamo cosa rispondere. Questa è la domanda ricorrente purtroppo e non è bello non poter dare alcuna certezza.

Una donna mi guarda e mi dice: "Tu ci dai speranza, se ce la fai tu possiamo farcela sicuramente anche noi". Il loro inglese è molto elementare ma alcuni riescono a farsi capire. Ci offrono il loro cibo e ci fanno accomodare nel loro salotto (una coperta di fianco al fuoco). 

La conversazione più lunga l'abbiamo avuta con ragazzo curdo siriano, lui e la moglie entrambi laureati (lui in francese e la moglie in letteratura inglese) hanno perso tutto. (...) Ci hanno raccontato di aver pagato 600 $ a testa per la traversata, con la promessa che la barca sarebbe stata sicura e confortevole. Si sono ritrovati in 70 adulti e 30 bambini in una barca di pochi metri. E non hanno potuto neppure rinunciare perchè i trafficanti gli avrebbero sparato. Ma ce l'hanno fatta e sono arrivati fino qui.

Ora, come tutti gli altri, sono bloccati in questo limbo. Che non è vita nè morte ... >>

Renata Busettini


 

Renata Busettini riceve come riconoscimento per il risultato raggiunto una copia numerata e certificata dell'opera fotografica utilizzata per la Locandina

della Mostra FEELING HOME (stampata in Edizione limitata) firmata direttamente dall'Autore, Carlo Riggi.


Anteprima fotografie selezionate per l'Esposizione

opere finaliste

 

ELENCO COMPLETO DEGLI AUTORI PREMIATI

CHE ESPORRANNO LE PROPRIE OPERE ALLA FABBRICA DEL VAPORE:

Opera vincitrice:  Renata Busettini

Opere Finaliste:    Rosanna Foti, Katia Morichetti, Sergio Raffaele, Alma Schianchi (1)

Autori selezionati: Salvatore Abate, Andrea Amendolia, Elio Calabrese, Domenico Daraio, Nicolò Degni, Pierfranco Fornasieri, Giuliana Licata, Domenico Mendicino, Domenico Mirabella, Antonio Perrone, Antonella Pivetti, Giuseppe Sabella,,  Alma Schianchi (2), Sandro Sganzerla, Marcello Terruli, Roberto Toja, Sebastiano Vianello, Paolo Volpe, Federica Zucchini, Elena Zulian.

 

VIENI A TROVARCI ALLA FABBRICA DEL VAPORE PER VISIONARE TUTTE LE OPERE!

HISTORY


 

AFFRETTATI, HAI TEMPO SOLO FINO A DOMENICA 26 FEBBRAIO!

 

LEGGI IL REGOLAMENTO, SCARICA IL MODULO E PARTECIPA ANCHE TU!

Partecipa al Concorso per esporre con noi a Milano dal 9 al 30 Marzo

GT Art Photo Agency propone un concorso fotografico molto speciale sul tema "Sentirsi a casa" che consentirà agli Autori selezionati di partecipare a una sezione dedicata all'interno della Mostra FEELING HOME.

La partecipazione è gratuita, possono concorrere indifferentemente Fotografi professionisti o Fotoamatori e tutti sono invitati ad inviare da 1 a 2 fotografie con le quali ritengono di poter esprimere la propria idea di "casa".

Il tema consente una ricca gamma di potenziali interpretazioni, potendo abbracciare luoghi reali, stati d'animo, attività, persone, atmosfere o luoghi solo emozionali.

Inoltre l'Autore della fotografia che avrà raccolto maggior favore di Critica da parte dei Fotografi GT Art Photo Agency otterrà in riconoscimento una stampa fotografica autografata da uno dei nostri Autori. 



REGOLAMENTO E MODULO DI PARTECIPAZIONE

Scarica il modulo sotto allegato, compilalo e mandalo FIRMATO  insieme a 1 a o 2 fotografie all'indirizzo:

contest@gtartphotoagency.com 

ATTENZIONE: NON POTRANNO ESSERE PRESE IN CONSIDERAZIONE FOTOGRAFIE E CANDIDATURE PRIVE DEL MODULO DI ADESIONE DEBITAMENTE FIRMATO IN OGNI PAGINA E COMPILATO IN OGNI SUA PARTE.

Download
MODULO DI PARTECIPAZIONE
Liberatoria_GT Art Photo Contest.pdf
Documento Adobe Acrobat 357.6 KB